MIM 030981020  bsis008004@istruzione.it  Cod. Mecc. BSIS008004 Cod. Fatt. UFX6BL

Commissioni strategiche

Ogni commissione è coordinata da un responsabile. Il docente responsabile redige un piano di lavoro all’inizio dell’anno scolastico, coordina le attività della commissione, convoca le riunioni e stende una relazione finale che contiene anche l’indicazione delle ore prestate da ciascun membro della commissione.
 
Commissione autonomia-GAV

A      Mandato della Commissione autonomia-Gruppo di Autovalutazione 

  1. Pianificazione, coordinamento e monitoraggio, in sinergia con lo staff di Presidenza, le funzioni strumentali ed i responsabili di progetti strategici della scuola, a) della stesura del nuovo Rapporto di autovalutazione in base alle indicazioni del Sistema Nazionale di Valutazione [SNV] e del Piano di Miglioramento triennale [2022-25]; b) della predisposizione degli obiettivi di processo 2022-23 finalizzati al raggiungimento delle priorità e dei traguardi triennali contenuti nel PdM 2022-25 di istituto c) della messa a punto dei dati di rendicontazione sociale sulla piattaforma SNV [DPR 80/2013-Regolamento su Sistema Nazionale di Valutazione].
  2. Stesura, in sinergia con lo staff di Presidenza, del POF triennale [2022-25, versione a.s. 2022-23] della scuola coerente: a) con il Piano di Miglioramento messo a punto dal Gruppo di autovalutazione in funzione del nuovo RAV; b) con l’organigramma dell’istituto; c) con le risorse umane e le competenze a disposizione dell’istituto (organico dell’autonomia) in base alla L.107/2015 per il 2021-22.
  3. Coordinamento, in sinergia con staff di Presidenza e Commissione tecnico-didattica IPSMAT e IPSSAS, dell’aggiornamento, da parte dei dipartimenti e dei gruppi di lavoro di asse culturale, dei curricoli disciplinari e di asse e delle uda degli indirizzi professionali attivati nell’istituto e delle procedure di attestazione e certificazione di competenze, abilità e conoscenze annualmente raggiunte dagli allievi anche attraverso la revisione del modello di PFI nel biennio e l’implementazione del Curricolo dello studente e della studentessa nel triennio, utilizzando, laddove possibile, indicazioni e materiali provenienti dalle reti nazionali di scuole per l’accompagnamento all’attivazione dei nuovi professionali [cfr. Dlgs. n°61 attuativo dei commi 180-181 L 107/2015], anche in funzione della preparazione alla nuova seconda prova dell’Esame di stato dei professionali. 
  4. Coordinamento della revisione, in sinergia con staff di Presidenza e coerente con il PdM 2022-25, dei curricola del 2° biennio e della classe quinta delle discipline coinvolte nella 2^ prova dell’Esame di Stato e caratterizzanti i singoli corsi, e della revisione dei curricola del 1° biennio delle discipline dell’area comune di Liceo e IT, con inserimento nel primo periodo ad opera dei consigli delle classi prime di ud / uda focalizzate all’acquisizione di metodo di studio autonomo degli allievi e delle abilità di base dell’asse linguistico e logico-matematico.
  5. Monitoraggio dei progetti dell’autonomia elaborati dai docenti per il 2022-23, finalizzato
    • alla valutazione della loro coerenza con il POF d’istituto triennale al momento in vigore e con le ‘Linee di indirizzo’ in esso contenute, e tenuto conto dei fondi a disposizione della scuola nel corrente anno scolastico;
    • alla conseguente progressiva focalizzazione di criteri di efficacia, efficienza ed economicità volti a collocare in fasce di diversa priorità i progetti stessi, individuando quelli strategici per l’istituto e per la concreta realizzazione del POF
  6. Elaborazione di proposte e di materiali operativi finalizzati al miglioramento progressivo dell’offerta formativa complessiva dell’istituto in termini di autonomia innovativa e di trasparenza dei percorsi e delle scelte culturali e didattico – organizzative effettuate, funzionali alle modifiche della normativa vigente ed alle esigenze educative in trasformazione della scuola.

B       Criteri di formazione della Commissione autonomia – Gruppo di Autovalutazione

  • La commissione, per poter portare a compimento in modo adeguato il proprio mandato, deve comprendere al suo interno docenti appartenenti ai diversi indirizzi di studio presenti nell’istituto e, nella misura più ampia possibile, ad aree disciplinari differenziate.  
  • La commissione è costituita per il 2022-23, oltre che dal Dirigente scolastico, da un numero di membri variabile tra 15 e 20 unità, compreso il vicario e da tre a quattro rappresentanti ATA: le riunioni potranno prevedere la partecipazione della commissione al completo, o solo di una delle sue due componenti (GAV e CA) a seconda dell’odg di ogni incontro.  
  • I docenti già membri della Commissione autonomia e del GAV – ed ancora in servizio nell’istituto – sono inseriti prioritariamente nella commissione 2022-23; in caso di mancata disponibilità a farne parte devono inviare comunicazione al Dirigente scolastico nella settimana successiva all’approvazione del mandato della commissione. Altri docenti della scuola che volessero far parte della commissione devono far pervenire nello stesso periodo la propria candidatura al Dirigente scolastico. In caso di carenza di docenti o di personale ATA disponibile, sarà compito del Dirigente procedere alla cooptazione dei docenti, tenuto conto del loro curriculum, allo scopo di consentire il corretto funzionamento della commissione stessa.

Commissione tecnico didattica IPSMAT e IPSSAS

A      Mandato della Commissione tecnico didattica IPSMAT e IPSSAS

  1. Mantenimento dell’articolazione dell’originaria commissione tecnico didattica IPS-IeFP in due sottocommissioni autonome [IPSMAT e IPSSAS], che si riuniscono in plenaria solo per affrontare tematiche comuni, principalmente per le seguenti finalità:
    1. Dlgs. n°61 del 13.04.2017 attuativo della L.107/2015 <Revisione dei percorsi dell’istruzione professionale nel rispetto dell’articolo 117 della Costituzione, nonché raccordo con i percorsi dell’istruzione e formazione professionale > [cfr. Supplemento ordinario a G.U. n°112 del 16.05.2017]: coordinamento, in sinergia con staff di Presidenza e Commissione autonomia – GAV, dell’aggiornamento, da parte dei dipartimenti e dei gruppi di lavoro di asse culturale, dei curricoli disciplinari e di asse e delle uda degli indirizzi professionali attivati nell’istituto e delle procedure di attestazione e certificazione di competenze, abilità e conoscenze annualmente raggiunte dagli allievi anche attraverso la revisione del modello di PFI nel biennio e l’implementazione del Curricolo dello studente e della studentessa nel triennio, utilizzando, laddove possibile, indicazioni e materiali provenienti dalle reti nazionali di scuole per l’accompagnamento all’attivazione dei nuovi professionali [cfr. Dlgs. n°61 attuativo dei commi 180-181 L 107/2015], anche in funzione della preparazione alla nuova seconda prova dell’Esame di stato dei professionali;
    2. attivazione di costanti rapporti con enti locali e associazioni del settore, funzionali al potenziamento dell’offerta formativa di indirizzo ed all’ampliamento degli sbocchi professionali post diploma;  
    3. [limitatamente alla sottocommissione IPSSAS]: continuazione della pianificazione e della realizzazione delle azioni didattico – organizzative avviate nell’a.s. 2021-22, volte all’applicazione di quanto previsto dal <Protocollo d’intesa tra Regione Lombardia ed Ufficio scolastico regionale per la Lombardia “Riconoscimento dei crediti per l’accesso al corso di formazione regionale abilitante alla professione Operatore Socio Sanitario (OSS) da parte dei giovani in possesso del diploma “Tecnico dei Servizi Socio Sanitari” o “Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale”> sottoscritto in data 18 maggio 2021 in applicazione del DGR n° 4693 del 10 maggio 2021;  
    4. [limitatamente alla sottocommissione IPSSAS]: pianificazione azioni e progetti coerenti con le finalità dell’indirizzo professionale servizi per la sanità e l’assistenza sociale in sinergia con la “Rete regionale degli istituti professionali dei servizi per la sanità e l’assistenza sociale della Lombardia” e con la “Rete nazionale di scopo dell’istruzione professionale per la formazione nel settore dei servizi sociali e sanitari” cui l’IIS Antonietti aderisce;
    5. [limitatamente alla sottocommissione IPSMAT]: pianificazione e gestione dei contatti con le aziende del territorio – in particolare con quelle coinvolte nei PCTO di indirizzo – per la stipula di accordi circa la cessione di strumentazione dismessa, da collocare all’interno del laboratorio meccanico della nuova ala dell’istituto, in fase di costruzione, al fine di migliorare la preparazione professionale degli allievi di IPSMAT e IeFP.
  2. Progressivo potenziamento di rapporti formativi e professionalizzanti con aziende ed enti operanti nel territorio al fine di favorire l’effettuazione di iniziative di tirocinio curricolare nei corsi professionali statali e regionali.
  3. Coordinamento e supervisione, in sinergia con DSGA, Dirigente scolastico e Responsabile della Sicurezza, degli interventi di razionalizzazione e di messa in sicurezza dei locali ed in generale della strumentazione attualmente utilizzata nelle ore curricolari dei corsi professionali statali e regionali nei laboratori, allo scopo in particolare di superare progressivamente le criticità didattiche e di sicurezza dell’officina meccanica.

 

B       Criteri di formazione della Commissione tecnico didattica IPSMAT e IPSSS

  • Ciascuna delle due sottocommissioni, al fine di evitare rischi di inutile sovradimensionamento, é costituita, oltre che dal Dirigente scolastico e da un membro del suo staff, da un numero ridotto di docenti (massimo sei) di discipline sia professionalizzanti, sia appartenenti all’area comune
  • I docenti già membri della Commissione tecnico-didattica IPSMAT-IPSSAS – ed ancora in servizio nell’istituto – sono inseriti prioritariamente nella commissione 2022-23; in caso di mancata disponibilità a farne parte devono inviare comunicazione al Dirigente scolastico nella settimana successiva all’approvazione del mandato della commissione. Altri docenti della scuola che volessero far parte della commissione devono far pervenire nello stesso periodo la propria candidatura al Dirigente scolastico. In caso di carenza di docenti disponibili, sarà compito del Dirigente procedere alla cooptazione dei docenti, tenuto conto del loro curriculum, allo scopo di consentire il corretto funzionamento della commissione stessa.
  • La Commissione tecnico –didattica IPSMAT- IPSSAS lavora in stretta sintonia con i consigli di classe del corso, tenuti ad applicare le decisioni assunte da essa e/o dal collegio docenti, pur nel rispetto della libertà di insegnamento dei singoli docenti, intesa come autonoma traduzione nelle proprie classi e nelle proprie discipline delle delibere di cornice adottate.
Commissione Accoglienza e Continuità
 

A       Mandato della Commissione Accoglienza e Continuità

  1. Gestione durante l’anno scolastico 2022-23 dei rapporti con DS e referenti della continuità delle scuole secondarie di primo grado del bacino d’utenza dell’Antonietti: circolazione di materiali didattici, di dati ed informazioni relativi all’andamento scolastico degli studenti nel loro passaggio tra i due ordini di scuole; incontri tra docenti dei due cicli finalizzati alla progressiva messa a punto ed allo scambio di materiali didattici e di metodologie didattiche – a partire dall’elaborazione e monitoraggio dei test di ingresso disciplinari e di asse – così come al reciproco scambio di informazioni relative da un lato alle competenze ed abilità perseguite in uscita dalla scuola secondaria di I grado e dall’altro alle competenze, abilità, attitudini richieste in ingresso negli indirizzi di studio attivati in istituto.
  2. Organizzazione, gestione e monitoraggio, in stretto rapporto con la FS di riferimento, delle attività di accoglienza degli studenti delle classi prime 2022-23.
  3. Organizzazione e gestione, in stretto rapporto con la FS di riferimento, della partecipazione dell’istituto ai Minicampus di orientamento informativo previsti presso alcune scuole secondarie di primo grado dell’ambito 9 (Franciacorta – Sebino e Sud Ovest bresciano), il tutto compatibilmente con l’evoluzione della diffusione del contagio da Covid-19.
  4. Organizzazione e gestione degli Open day informativi programmati presso l’IIS Antonietti per le famiglie degli studenti di terza media in vista dell’iscrizione alla secondaria superiore di secondo grado nell’a.s. 2023-24.
  5. Organizzazione e gestione del programma di orientamento formativo rivolto agli studenti di II media <Laboratori della continuità per le classi seconde> nel mese di aprile, qualora l’attività sia resa possibile dall’evoluzione della diffusione del contagio da Covid-19.   

B       Criteri di formazione della Commissione Accoglienza e Continuità

  • La commissione, per poter portare a compimento in modo adeguato il proprio mandato, deve comprendere al suo interno docenti appartenenti ai diversi indirizzi di studio presenti nell’istituto e, nella misura più ampia possibile, a differenti aree disciplinari
  • La commissione, al fine di evitare rischi di inutile sovradimensionamento, è costituita, oltre che dalla FS, al massimo da dieci membri
  • La commissione stessa, insieme alla FS di riferimento, coinvolge in occasione dei Minicampus, degli Open Day e, se necessario, dei laboratori formativi rivolti agli studenti di II media, un significativo numero di docenti della scuola appartenenti a discipline ed indirizzi di studio differenziati
  • La formazione della commissione é effettuata dalla FS uscente e dal DS, tenuto conto delle disponibilità pervenute nella settimana successiva all’approvazione del mandato da parte del CD.
Commissione GLI

A       Mandato Commissione GLI

  1. Pianificazione, in sinergia con singoli insegnanti o gruppi di lavoro esterni alla commissione, di interventi didattici finalizzati, oltre che all’attuazione del PAI dell’Istituto e dei singoli PEI, ad iniziative di diffusione del valore della solidarietà e dell’inclusione.  
  2. Individuazione degli acquisti annuali utili a potenziare interventi didattici adeguati all’attuazione dei singoli PEI e delle attività laboratoriali previste dal Gruppo tecnico di sostegno, attivando, inoltre, periodiche rilevazioni dell’effettivo utilizzo da parte di docenti e studenti dei materiali.
  3. Progettazione, realizzazione e monitoraggio di corsi di formazione afferenti all’area dell’inclusività rivolti a docenti e personale ATA della scuola [ma aperti anche al personale della rete di ambito di cui Antonietti è scuola capofila], su stimolo e con il coinvolgimento della Commissione biblioteca, dei Dipartimenti o di singoli insegnanti, specie se inseriti nel Piano di aggiornamento annuale dell’istituto approvato dal collegio docenti.
  4. Progettazione e realizzazione, in sinergia con lo staff di presidenza, di interventi di educazione all’inclusione, alla legalità ed alla cittadinanza rivolti agli studenti e ai genitori dell’Istituto e della rete Franciacorta, Sebino, ovest bresciano.

B       Criteri di formazione della Commissione GLI

  • Il GLI, così come previsto dal DM 66/2017 “è composto da docenti curricolari, docenti di sostegno ed, eventualmente da personale ATA, nonché da specialisti della Azienda sanitaria locale del territorio di riferimento dell’istituzione scolastica. Il gruppo è nominato e presieduto dal dirigente scolastico ed ha il compito di supportare il collegio dei docenti nella definizione e realizzazione del Piano per l’inclusione nonché i docenti contitolari e i consigli di classe nell’attuazione dei PEI.
    In sede di definizione e attuazione del Piano di inclusione, il GLI si avvale della consulenza e del supporto degli studenti, dei genitori e delle associazioni delle persone con disabilità maggiormente rappresentative del territorio nel campo dell’inclusione scolastica. Al fine di realizzare il Piano di inclusione e i PEI, il GLI collabora con le istituzioni pubbliche e private presenti sul territorio.”
Team Innovazione

A       Mandato del Team Innovazione

Alla Commissione “Team dell’innovazione” nel triennio 2022-2025 sono attribuiti i seguenti compiti:

  1. gestione del registro elettronico Scuola Viva con produzione di eventuali manuali operativi;
  2. gestione, organizzazione ed aggiornamento del pacchetto Microsoft Office 365 con produzione di eventuali manuali operativi, funzionale alla gestione di una didattica mista, in presenza ed a distanza, nel rispetto delle indicazioni fornite dal Garante della Privacy; conseguente implementazione o creazione di:
    • aule virtuali per l’eventuale svolgimento della didattica digitale integrata;
    • ambienti riservati per scambi di materiali didattici tra docenti e tra docenti e studenti;
    • modalità di colloquio insegnanti – famiglie da remoto;
    • aule virtuali riservate per corsi di formazione e/o di autoformazione;
    • ambienti riservati [repository] per raccolta di documentazione per commissioni dell’istituto;
    • modalità di partecipazione e voto da parte di studenti e famiglie per l’elezione dei rappresentanti ai cdc ed al CdI;
    • ambienti aperti per pubblicazione di materiali dell’istituto per disseminazione di progetti.
  3. Revisione del sito istituzionale, adeguamento alle normative su privacy (Regolamento UE n. 2016/679) e accessibilità: passaggio al modello per i siti scolastici previsto da Ministero dell’istruzione e Ministero per l’Innovazione [Programma <Scuola digitale 2022-2026>];
  4. gestione della piattaforma della scuola per PCTO;
  5. gestione del registro formazione sicurezza allievi anche per gli istituti superiori della provincia che hanno fatto richiesta di adozione dell’applicativo, finalizzato alla predisposizione del Libretto personale dello studente-lavoratore digitalizzato previsto dall’Accordo tecnico provinciale sottoscritto;
  6. gestione dell’applicativo di valutazione delle competenze da certificare al temine dell’obbligo di istruzione;
  7. gestione e progressivo aggiornamento del sistema di certificazione del livello di raggiungimento delle competenze in uscita dal primo biennio, dalle classi terza e quarta, e di attestazione delle competenze non raggiunte al termine della prima classe dei nuovi IP. Implementazione delle procedure di certificazione delle competenze raggiunte / non raggiunte durante l’anno scolastico (dalla classe 1a alla 4a) in occasione di passaggi di indirizzo o di ritiro dal percorso di studi [DM 267 del 24.08.2021];
  8. gestione ed adeguamento delle iniziative virtuali a supporto della comunicazione verso l’esterno dell’Istituto e in particolare dell’orientamento in entrata (Tour virtuale, OpenDay online, video presentazioni degli indirizzi di studio);
  9. attivazione di progetti e/o iniziative finalizzate allo sviluppo delle competenze di cittadinanza digitale degli studenti ed alla formazione dei docenti nell’ambito dell’innovazione didattica e dello sviluppo della cultura digitale;
  10. coordinamento e monitoraggio, in sinergia con il dirigente scolastico, il suo staff e il DSGA, dell’implementazione della connettività di istituto (fibra ottica) e del potenziamento ed aggiornamento della strumentazione digitale della scuola [cfr.<Piano scuola 4.0- Futura-la scuola per l’Italia di domani>];
  11. progettazione di iniziative per la formazione del personale scolastico non docente e delle famiglie;
  12. miglioramento e potenziamento della modulistica on line già in uso nella scuola con riferimento alla normativa su privacy recentemente entrata in vigore (Regolamento UE n. 2016/679).

B       Criteri di formazione del Team Innovazione

Con Decreto n. 851 del 27 ottobre 2015 è stato approvato il Piano Nuova Scuola Digitale per la cui realizzazione è stata prevista la figura dell’animatore digitale (Nota prot. n 17791 del 19 novembre 2015), che collabora con Dirigente Scolastico e Dsga.
A sostegno del lavoro di disseminazione del piano e di sviluppo di varie iniziative alla figura dell’animatore è affiancato un <Team> composto da almeno tre docenti, due membri del personale amministrativo e un assistente tecnico individuati dal DS con il supporto dello staff di presidenza, tenuto conto delle loro competenze e del loro curricolo professionale.
Il Team per l’innovazione digitale, quindi, ha la funzione di supportare e accompagnare l’innovazione nelle istituzioni scolastiche e l’attività dell’Animatore digitale.

 

 

Commissione Biblioteca

A       Mandato della Commissione Biblioteca

  1. Individuazione degli acquisti annuali utili a potenziare il patrimonio librario, multimediale e di riviste della biblioteca, anche attraverso indicazioni dei dipartimenti, attivando una puntuale rilevazione dell’effettiva fruizione da parte di docenti e studenti dei testi catalogati.
  2. Pianificazione di interventi didattici rivolti agli studenti dei diversi ordinamenti ed indirizzi di studio presenti nell’istituto, finalizzati ad un potenziamento dell’abitudine alla lettura di testi di varia natura, in sinergia con singoli insegnanti o gruppi di lavoro esterni alla commissione.
  3. Progettazione, realizzazione e monitoraggio di corsi di formazione in servizio rivolti a docenti della scuola dei diversi assi culturali [ma aperti anche al personale docente della rete di ambito di cui Antonietti è scuola capofila], su stimolo e con coinvolgimento diretto dei dipartimenti o di singoli insegnanti proponenti, in particolare di natura disciplinare e didattico metodologica, specie se inseriti nel Piano di aggiornamento annuale dell’istituto approvato dal collegio docenti.
  4. Progettazione e realizzazione, in sinergia con lo staff di presidenza, con la commissione “Salute e cittadinanza” e con singoli docenti, di interventi di educazione alla salute ed alla cittadinanza attiva, rivolti agli studenti dell’istituto e della rete Franciacorta, Sebino, Ovest bresciano.

 

B       Criteri di formazione della Commissione Biblioteca

  • La commissione, per poter portare a compimento in modo adeguato il proprio mandato [ed in particolare quanto previsto ai punti 3 -4], deve comprendere al suo interno docenti appartenenti ai diversi indirizzi di studio presenti nell’istituto e, nella misura più ampia possibile, ad aree disciplinari differenziate
  • La commissione è costituita per il 2022-23 da una decina di docenti al massimo, individuati su autocandidatura o su richiesta dello staff di presidenza tenuto conto delle loro competenze e del loro curricolo professionale