COMUNICAZIONE DEL DS IIS ANTONIETTI

Alla luce del contenuto sia dell’Ordinanza di Regione Lombardia n° 623 del 22.10.2020 – che afferma “è raccomandato di realizzare le condizioni tecnico-organizzative nel più breve tempo possibile, per lo svolgimento della didattica a distanza”…” In tali casi, si raccomanda ai dirigenti degli istituti scolastici di organizzare e differenziare gli ingressi a scuola” – sia del DPCM del 25.10.20 (pubblicato sul sito dell’istituto], ed in applicazione della circolare interna n°53 del 23 ottobre scorso, si informa che durante la settimana dal 26 al 31 ottobre si procederà a predisporre nel modo migliore il passaggio di tutte le classi, prime comprese, dalla didattica in presenza o mista alla didattica a distanza.


Il passaggio ha bisogno non solo di un potenziamento della rete interna della scuola che possa sfruttare a pieno la connessione in fibra ottica di 500 Mb in ingresso ed uscita, ma anche di provvedere alle esigenze di device delle famiglie delle classi prime ed alla formazione / informazione sia degli allievi delle prime che dei docenti in ingresso nell’istituto dopo l’avvio delle lezioni circa le procedure di utilizzo della DAD. Inoltre durante la settimana 26-31 ottobre si terranno riunioni di commissioni ed un collegio docenti il 30 ottobre p.v. per mettere a fuoco le strategie organizzative e didattiche adeguate al passaggio in DAD; si svolgeranno infine le elezioni degli organi collegiali, momento fondamentale di partecipazione di studenti e famiglie alla vita della scuola, secondo le modalità già previste. Nel frattempo le classi proseguiranno le lezioni in forma mista. Qualora le procedure preparatorie al passaggio in DAD siano completate prima del 31 ottobre, si darà informazione a personale scolastico, studenti e famiglie attraverso circolare e nota sul sito.

Colgo l’occasione inoltre, dato che quasi certamente il passaggio alla didattica a distanza non sarà limitato alle prime due settimane di novembre, per ringraziare il personale della scuola per l’impegno profuso non solo durante l’estate, ma anche a partire dal 14 settembre al fine di assicurare agli studenti la fruizione del diritto essenziale all’istruzione ed alla socializzazione il più possibile in presenza, e per complimentarmi con gli allievi per l’atteggiamento tenuto in queste settimane, migliorato col passare dei giorni ed esempio di educazione alla cittadinanza non teorico, ma concreto, pratico, fattuale.

Ritengo il passaggio alla DAD – come da me dichiarato in diversi contesti – necessario per i dati dell’epidemia registratisi nelle ultime due settimane, ma senza dubbio una grave sconfitta per gli adolescenti e per il paese. Sconfitta determinata a mio avviso da una disabitudine a prevenire le emergenze – e non ad inseguirle – e da un atteggiamento colpevolmente superficiale non solo dei decisori politici, ma in generale degli adulti durante i mesi estivi, in cui ci si è cullati nell’illusione che non si sarebbe avuta una seconda ondata epidemica nel periodo autunnale ed invernale: sono gli adulti, in famiglia, nella società, nelle istituzioni politiche che avrebbero dovuto farsi carico dei diritti dei bambini e degli adolescenti. Ciò non è avvenuto, anche se devo dire che il sistema Brescia, pur con ovvi limiti e difetti, paga le colpe dei ritardi di altre province della nostra regione e di altre aree del paese. Spiace che tanto lavoro sia per il momento vanificato e chiedo scusa ai ragazzi per non poter assicurare anche dall’inizio di novembre un’offerta formativa in presenza, migliore non solo per la loro necessità di vita sociale, ma anche per la loro preparazione culturale, professionale e civile.

Ci impegneremo tutti all’Antonietti per garantire una DAD il più possibile di qualità, gestita – in assenza, spero, di un lockdown assoluto e generalizzato – dai docenti direttamente da scuola, sfruttando la strumentazione acquistata nell’estate, docenti che si cercherà di formare progressivamente alla nuova condizione didattica.

A presto.

               Diego Parzani

 

DPCM del 25.10.2020

Ordinanza di Regione Lombardia n° 623 del 22.10.2020