Continuando purtroppo la discutibile tradizione avviata dallo scorso febbraio 2020, pervicacemente perseguita da parte sia delle istituzioni nazionali che di quelle regionali, di rimandare il più possibile decisioni da tempo necessarie, salvo poi prenderle all’ultimo momento pretendendo dalle scuole un adeguamento immediato – e facendo filtrate oltre tutto sui mass media anticipazioni che destabilizzano dirigenti ed istituzioni scolastiche per il martellamento di domande in sé legittime che l’utenza interna ed esterna invia – Regione Lombardia ha pubblicato nel tardo pomeriggio di oggi, 23 febbraio, l’Ordinanza 705 (vedi link).

 
Le indicazioni che seguono in parte si riferiscono alla sola giornata di mercoledì 24 febbraio, altre hanno valore sino a martedì 2 marzo 2021, anche se risulta oscuro come la situazione sanitaria della provincia di Brescia possa modificarsi in meno di una settimana (senza tenere conto che per una istituzione scolastica di medie- grandi dimensioni è estremamente difficile, per non dire impossibile, modificare settimanalmente la propria organizzazione, che risente anche di quella dei trasporti, fronte dal quale oggi non è pervenuta nessuna comunicazione). 
È probabile quindi che già domani pomeriggio e sicuramente nei giorni seguenti si pubblicheranno nuove indicazioni operative, nella convinzione, tra l’altro, che l’Ordinanza odierna di Regione Lombardia sarà prorogata di un’ulteriore settimana nella migliore delle ipotesi.
Più nel dettaglio:
  1. domani 24 febbraio 2021 sono sospese TUTTE le lezioni in presenza per tutte le classi e per tutti gli allievi, compresi disabili, DSA, BES certificati e transitori (in attesa anche di ulteriori chiarimenti da parte di USRLo e UST)
  2. sempre domani, 24 febbraio 2021 è in servizio a scuola tutto il personale docente e non docente (sempre in attesa anche di ulteriori chiarimenti da parte di USRLo e UST);
  3. le lezioni continueranno in DAD secondo l’orario attualmente in vigore sino a sabato 27 febbraio 2021, anche per evitare, passando nel corso della stessa settimana da un orario all’altro, di vanificare completamente la programmazione dei lavori di docenti e studenti. Entro sabato 27 febbraio, tenendo conto di eventuali comunicazioni da parte delle agenzie di trasporto, delle precisazioni eventualmente pervenute circa la presenza in classe di DSA e BES nella prossima settimana, della conferma della proroga dell’Ordinanza di Regione Lombardia oltre la scadenza del 2 marzo 2021, si deciderà se mantenere l’orario in vigore o passare a quello utilizzato nei mesi di novembre-dicembre e gennaio con unico inizio delle lezioni e termine alle 12.40 e 13.30
Inoltre:
  • qualora non giungessero in tempo utile precisazioni circa il coinvolgimento nelle lezioni in presenza di allievi disabili, DSA e BES certificati e transitori, essi saranno accolti a scuola nelle giornate da giovedì 25 a sabato 27 febbraio 2021, in applicazione dell’art. 1, comma 3 dell’Ordinanza di RL del 23 febbraio 2021, in attesa di decisioni relative alla prossima settimana;
  • i docenti – salvo indicazioni scritte contrarie da parte del Ministero dell’Istruzione e/o dell’Ufficio scolastico regionale – presteranno servizio in presenza in istituto come avvenuto nei mesi da novembre 2020 a gennaio 2021, tenuto conto anche della strumentazione presente in istituto per una didattica a distanza di livello più che dignitoso;
  • a partire da giovedì 25 febbraio 2021 e sino a quando resterà in vigore l’Ordinanza di RL 705 ove possibile, tenuto conto delle esigenze di servizio, si attiverà per il personale ATA il lavoro agile nei limiti previsti dal Decreto del ministro della Pubblica Amministrazione del 19 ottobre 2020, in applicazione dell’Ordinanza di RL sopra citata, art. 1, paragrafo 7 e del DPCM del 14 gennaio 2021, art. 3, comma 4 lettera i)
  • entro venerdì 26 febbraio 2021 i docenti con figli iscritti e frequentanti scuola primaria e scuola media (anch’esse con interruzione della didattica in presenza per il periodo in cui resterà in vigore l’Ordinanza regionale 705) e che non li possono lasciare in nessun caso in custodia a parenti o persone di fiducia, inviino a staff@antoniettiseo.it la richiesta di poter effettuare la DAD da casa qualora abbiano a disposizione la strumentazione adeguata. Lo stesso potranno fare gli insegnanti per motivate e documentate ragioni di salute. Si precisa anticipatamente ed a scanso di equivoci ed incomprensioni future che le richieste potranno essere accolte anche parzialmente dalla presidenza e che l’accoglimento delle domande sarà subordinato alla presenza in aula di DVA – DSA e BES e alla possibilità di assicurare la sorveglianza degli allievi in caso di assenza dell’insegnante impegnato nella DAD dal proprio domicilio.
  Se dopo una attenta lettura della comunicazione gli interessati avranno l’impressione di una incredibile complicazione di norme, procedure e situazioni, posso garantire che hanno colto pienamente il contesto in cui le scuole sono costrette ad agire
 
                     Diego Parzani